Blog

Aggiornamento sull’inflazione europea: più alta, più a lungo, ma le coperture restano a buon prezzo

In Europa l’inflazione sale ma le coperture appaiono convenienti

Con l’inflazione europea a livelli che non si vedevano dagli anni ‘80, gli investitori si chiedono se sia troppo tardi per coprirsi. I prezzi al consumo nell’Area Euro continuano a salire – dell’8,1% rispetto a maggio dello scorso anno - e pongono aspre sfide per le autorità che cercano di contenerli senza far precipitare l’economia in recessione.

Dinamiche dell’inflazione europea

Le dinamiche dei rialzi dell’inflazione sono prevalentemente di natura globale. L’invasione russa dell’Ucraina ha determinato lo stravolgimento delle filiere di approvvigionamento globali che si stavano ancora riprendendo dopo la pandemia di COVID e comportato la diminuzione delle forniture di molte materie prime vitali con conseguenti impennate dei prezzi. Queste pressioni, particolarmente acute in Europa, si stanno allargando, interessando vari paesi e prodotti. La produzione di acciaio, fertilizzanti e carta si è contratta. I lockdown in Cina dovuti alla politica zero COVID del paese aggravano le carenze di forniture in settori come quello automobilistico nel quale la produzione è rallentata e si prevedono ulteriori ritardi.

L’incertezza sul breve termine è molto elevata, tuttavia il nostro scenario di base prevede che l’inflazione in Europa raggiunga il picco quest’anno, più avanti rispetto agli Stati Uniti, a fronte della ripresa delle filiere nonché dell’inasprimento monetario e delle condizioni finanziarie.

Crediamo tuttavia che sarà un processo lento e vischioso e l’inflazione resterà elevata fino al 2023 prima di ridiscendere gradualmente verso l’obiettivo della BCE – e i rischi al rialzo rispetto alle nostre previsioni sono significativi.

I rischi d’inflazione sul breve termine appaiono orientati al rialzo

Il contesto attuale è incerto e il ventaglio di esiti possibili per l’inflazione europea resta ampio. Riteniamo che i rischi siano orientati al rialzo:

  • Dipendenza dalla Russia: la forte dipendenza dell’UE dalla Russia per il gas e derrate agricole vitali suggerisce che l’inflazione in quest’area potrebbe essere più difficile da domare sino al passaggio ad altre fonti.
  • Spirale inflazione-crescita: quanto più l’inflazione realizzata resta alta tanto maggiore è il rischio che i comportamenti cambino, portando i lavoratori a richiedere salari più alti e i consumatori ad anticipare gli acquisti.
  • Bilanciamento fra crescita e inflazione: l’Europa è alle prese con un difficile equilibrismo. A fronte della debole crescita economica, le autorità hanno poco spazio di manovra rispetto ai loro omologhi americani e potrebbero dover tollerare l’inflazione più alta se l’alternativa fosse la recessione indotta dalle politiche.
  • Politica fiscale: le decisioni dell’Europa di diversificare le fonti di approvvigionamento energetico per affrancarsi dalla dipendenza dalle importazioni dalla Russia nonché di aumentare la spesa in difesa vanno nella direzione di una maggiore spesa pubblica nei prossimi anni.

Implicazioni per gli investimenti

È troppo tardi per coprirsi dai rischi di inflazione? Noi pensiamo di no.A nostro giudizio le coperture dall’inflazione restano convenienti in termini storici e non scontano adeguatamente i rischi di rialzo, intendendo con questo che le coperture dall’inflazione in Europa possono presentare tuttora prezzi interessanti.

Per illustrare questo concetto esaminiamo il tasso d’inflazione di pareggio a cinque anni su un orizzonte quinquennale (5y5y) ossia il tasso atteso sui successivi cinque anni a 5 anni da oggi. Questo dato ci fornisce informazioni sulle aspettative su un periodo di ben 10 anni ed è depurato dalle interferenze di breve periodo rispetto al tasso di pareggio standard a 10 anni. Il tasso swap per l'inflazione 5yr5yr europeo indica che gli investitori si aspettano un tasso del 2,2% nel medio termine, appena sopra l’obiettivo di medio termine della BCE del 2,0%. Le aspettative d’inflazione di mercato in Europa restano al di sotto del picco post crisi finanziaria globale raggiunto nel 2012 e rimangono ampiamente in linea con l’obiettivo della BCE.

I prezzi di mercato delle coperture dall’inflazione sono convenienti rispetto all’inflazione effettiva

Aggiornamento sull’inflazione europea: più alta, più a lungo, ma le coperture restano a buon prezzo

Fonte: PIMCO, Bloomberg al 31 maggio 2022
FWISEU55 = indicatore di mercato dell’inflazione media attesa sul periodo di cinque anni che comincia fra cinque anni. ECCPEMUY = Indice dei prezzi al consumo dell’Unione Europea

Crediamo che gli attivi reali e quelli indicizzati all’inflazione possano offrire agli investitori una potente copertura da ulteriori shock al rialzo e migliorino la diversificazione di portafoglio nonché il potenziale di rendimento. Anche al dissiparsi delle pressioni sui prezzi legate alla pandemia e al conflitto in corso, riteniamo improbabile un ritorno al paradigma prepandemico di crescita e inflazione basse e stabili. Crediamo invece che nei prossimi cinque anni l’economia globale probabilmente sperimenterà evoluzioni dell’inflazione più divergenti e volatili. A fronte di questo quadro, gli investitori dovrebbero considerare l’intera gamma di potenziali esiti e posizionare i portafogli affinché siano robusti in un ventaglio di contesti macroeconomici.

Leggi gli altri approfondimenti sulle nostre view sull’inflazione.

Lorenzo Pagani è gestore di portafoglio e si occupa di obbligazioni governative europee. Peder Beck-Friis è gestore di portafoglio e si occupa di tendenze macroeconomiche globali. John Mullins è strategist di prodotto, responsabile delle strategie real return e di asset allocation globale. Contribuiscono tutti al blog di PIMCO.

A cura di

Lorenzo Pagani

Responsabile del desk dedicato ai tassi europei

Peder Beck-Friis

Portfolio Manager, Global Macro

John Mullins

Product Strategist

Articoli Correlati

Disclaimer

London
PIMCO Europe Ltd
11 Baker Street
London W1U 3AH, England
+44 (0) 20 3640 1000

Dublin
PIMCO Europe GmbH Irish Branch,
PIMCO Global Advisors (Ireland)
Limited
3rd Floor, Harcourt Building 57B Harcourt Street
Dublin D02 F721, Ireland
+353 (0) 1592 2000

Munich
PIMCO Europe GmbH
Seidlstraße 24-24a
80335 Munich, Germany
+49 (0) 89 26209 6000

Milan
PIMCO Europe GmbH - Italy
Corso Vittorio Emanuele II, 37
Piano 5
Milano, Italy 20122
+39 02 9475 5400

Zurich
PIMCO (Schweiz) GmbH
Brandschenkestrasse 41
8002 Zurich, Switzerland
Tel: + 41 44 512 49 10

Madrid
PIMCO Europe GmbH - Spain
Paseo de la Castellana, 43
28046 Madrid, Spain
Tel: +34 810 809 912

PIMCO Europe GmbH (società n. 192083, Seidlstr.24-24a, 80335 Monaco, Germania) e la filiale italiana di PIMCO Europe GmbH (società n. 10005170963) sono autorizzate e regolamentate dall’Autorità di vigilanza finanziaria federale tedesca (BaFin) (Marie-Curie-Str. 24-28, 60439 Francoforte sul Meno) in Germania ai sensi dell’articolo 15 della Legge tedesca in materia di intermediari finanziari (WpIG). La filiale italiana è inoltre soggetta alla supervisione della Commissione Nazionale per le Società e la Borsa (CONSOB) ai sensi del Testo Unico della Finanza italiano e della relativa normativa di attuazione. PIMCO Europe GmbH non fornisce servizi di investimento direttamente a clienti al dettaglio. Nessuna parte della presente pubblicazione può essere riprodotta in alcuna forma o citata in altre pubblicazioni senza espressa autorizzazione scritta. PIMCO è un marchio registrato di Allianz Asset Management of America L.P. negli Stati Uniti e nel resto del mondo. © 2022, PIMCO

I termini “convenienti” e “costosi” utilizzati nel presente documento si riferiscono generalmente a titoli o classi di attività ritenuti essere sostanzialmente sottovalutati o sopravalutati rispetto alla media storica nonché alle aspettative future del gestore. Non vi è garanzia di risultati futuri né che la valutazione di un titolo garantisca un profitto o protegga da una perdita.

Tutti gli investimenti comportano rischi e possono subire perdite di valore. Le affermazioni relative alle tendenze dei mercati finanziari o alle strategie di portafoglio sono basate sulle condizioni di mercato correnti, che sono soggette a variazioni. Non sussiste alcuna garanzia che le suddette strategie di investimento si rivelino efficaci in tutte le condizioni di mercato o che siano idonee a tutti gli investitori. Ciascun investitore è tenuto a valutare la propria capacità di investimento a lungo termine, in particolare nei periodi di flessione del mercato Si consiglia agli investitori di rivolgersi al proprio professionista degli investimenti prima di prendere qualsiasi decisione di investimento. Le prospettive e le strategie possono variare senza preavviso.

PIMCO in generale fornisce servizi a investitori istituzionali, intermediari finanziari e istituzioni qualificate. Si consiglia agli investitori individuali di rivolgersi al proprio consulente finanziario per valutare le opzioni d'investimento più adeguate alla propria situazione finanziaria. Il presente documento riporta le opinioni del gestore, che possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Questo materiale viene distribuito unicamente a scopo informativo e non deve essere considerato alla stregua di una consulenza d'investimento o di una raccomandazione in favore di particolari titoli, strategie o prodotti d'investimento. Le informazioni contenute nel presente materiale sono state ottenute da fonti ritenute attendibili, ma non si rilascia alcuna garanzia in merito. Nessuna parte del presente materiale può essere riprodotta in alcuna forma o citata in altre pubblicazioni senza espressa autorizzazione scritta. PIMCO è un marchio depositato di Allianz Asset Management of America L.P. negli Stati Uniti e nel resto del mondo. ©2022, PIMCO.

PIMCO